Cultura e turismo

 

Sagre e manifestazioni

Gastronomia e prodotti tipici  

Viticoltura

 
 
 

Sagre ed altre manifestazioni

Per quanto riguarda le feste popolari e le sagre la popolazione si è organizzata in associazioni: a Diano Arentino sono riuniti sotto l'associazione ricreativa "Nui Autri", mentre a Diano Borello c'è la proloco "Alta Valle Dianese".
"Nui Autri" festeggia ad agosto, la quarta domenica del mese, la festa di Sant'Antonino con la Sagra dei Ravioli. La ricetta segreta di questa squisitezza locale è sicuramente basata su una leggera sfoglia di pasta con ripieno a base di bietole, uova e formaggio, il tutto insaporito da un calibrato dosaggio di maggiorana e condito con un gustoso sugo al pomodoro.
"Alta Valle Dianese" propone più festeggiamenti anche per il carattere più ufficiale del gruppo. Ad agosto preparano la grande Festa di Ferragosto che riesce in maniera meravigliosa a tener testa alla concorrenza del 14, 15 e 16 agosto con le sue specialità e la grande simpatia del gruppo. Il tutto accompagnato dalla musica di una banda musicale ogni giorno diversa e con un repertorio che va dai valzer al tango alla macarena.
La seconda domenica di settembre propone specialità dai nomi strani alla Sagra del Borelotto dove vengono proposti i "Borelotti" di cui nessuno svela la composizione sebbene poi sia un piatto molto semplice, saporito e tradizionale.

Altra caratteristica iniziativa è il Presepe Vivente.
Questo è un momento molto suggestivo che si svolge all'interno, e in parte all'esterno, dell'oratorio di San Rocco con il gruppo intero che si cimenta a rappresentare i personaggi del tempo e l'ultimo nato del comune che rappresenta Gesù Bambino.

Inizio pagina    


  Gastronomia e prodotti tipici

Sebbene i prodotti tipici della vallata siano molto simili tra loro, Diano Arentino si caratterizza per alcuni piatti particolari, che poi spesso ripropone nelle sue sagre o feste di paese.
Anche se, probabilmente, gli Arentinesi non sveleranno mai le loro ricette, scegliendo di mangiare presso una trattoria o un ristorante del posto, nel menù non mancheranno di certo i ravioli di magro, il coniglio con le olive, i fiori di zucca ripieni, i "friscioi" o le "gasse".
Non bisogna farsi ingannare dai nomi e pensare che non siano adatti ai palati più fini, perché si tratta invece di piatti molto raffinati e, soprattutto, molto gustosi e saporiti.
Qualsiasi primo piatto sceglierete vi verrà sicuramente proposto come condimento il pesto: il vero pesto fatto con il basilico prodotto in zona e con l'olio extravergine di oliva anch'esso prodotto in zona dai vari coltivatori e frantoiani. Saranno proprio questi ultimi a proporvi di assaggiare le ottime olive in salamoia o il patè delle stesse. Non rifiutate perché, oltre ad offendere gli olivicoltori, perderete anche un'ottima occasione di assaggiare delle specialità uniche nel genere.

Inizio pagina    


Viticoltura

Nei pressi di Diano Arentino ci sono varie aziende o privati che producono dell'ottimo vino e che a richiesta vi faranno assaggiare.
Un buon pranzo sarà certamente accompagnato da un ottimo Vermentino, prodotto principalmente a Diano Castello ma anche da produttori Arentinesi. Un vino che ben si merita il recente riconoscimento, il DOC, ricevuto su base nazionale.
Dunque, se siete dei buongustai, richiedete espressamente i prodotti tipici del posto bagnati da un buon bicchiere di Vermentino ed otterrete il consenso e la simpatia degli abitanti del comune che forse vi offriranno un po' dei loro prodotti.

Inizio pagina